Tumori al pancreas, una cura innovativa scoperta dall’Università di Verona

I ricercatori dell’Università di Verona hanno scoperto un nuovo biomarcatore per personalizzare la terapia con farmaci nanotecnologici contro il cancro al pancreas. Il biomarcatore, chiamato IL8, è stato individuato dal gruppo di ricerca diretto da Davide Melisi, oncologo della Sezione di Oncologia medica del dipartimento di Medicina dell’Università di Verona, e gli esiti sono stati…

Padova, proroga plateatici fino al 31 dicembre

Antonio Bressa, assessore alle attività produttive e al commercio di Padova, porta buone notizie per ristoratori e commercianti: “Il piano straordinario per i plateatici è stato prorogato fino a fine anno. Fino al 31/12 le occupazioni continueranno a essere gratuite e realizzate anche in deroga ai normali vincoli. L’ho anticipato oggi viste le possibilità offerte…

Il Kyoto Club prende casa a Confindustria Venezia

Confindustria Venezia ospiterà, all’interno della propria struttura a Marghera, una sede decentrata del Kyoto Club, è quanto prevede l’accordo che il Presidente degli Industriali Vincenzo Marinese ha firmato con la Presidente del Kyoto Club, Catia Bastioli. L’Associazione ambientalista, nata 21 anni fa nella Città lagunare, vede Confindustria Venezia tra i soci fondatori. È costituita da imprese,…

Ater Vicenza

Laghetto, in via Bartolomeo da Breganze (Vicenza), via libera del consiglio comunale all’accordo con Ater per la realizzazione di 40 alloggi. Saranno appartamenti riservati soprattutto agli anziani e nel progetto è previsto anche uno spazio polifunzionale per il quartiere.

Graduatorie in tilt: difficile reperire i docenti

All’inizio della scuola mancavano in tutta Italia circa 60 mila supplenti, da nominare sulle cattedre rimaste vacanti, e altri 70 mila cosiddetti aggiuntivi, che dovevano essere assunti a tempo determinato per l’emergenza Covid, ma ad oggi la situazione non è ancora risolta. I docenti ci sono, almeno sulla carta, dato che le graduatorie sono state…

L’inganno della nuova pax americana

Il Medio Oriente non cambierà più di tanto, con i nuovi accordi di “normalizzazione” che stanno venendo siglati da Israele e le “petromonarchie” arabe, sotto l’egida americana. Certo, il clamore mediatico è imponente e i titoli dei giornali altisonanti; così come sono cariche d’enfasi le (oramai famose) autocelebrazioni del presidente americano Trump. Quanto mai utili…