La pittura analitica

La prima impressione che si percepisce osservando un’opera analitica è quella di non aver libero accesso ai suoi personali codici di linguaggio. Rispetto alle altre correnti pittoriche quella analitica offre rari stimoli sensoriali, le linee e le forme sono ridotte al minimo come anche i colori che sembrano utilizzati con particolare moderazione e oculatezza. Invece…

Felix Gonzalez-Torres: l’amore attraverso la poetica dell’assenza

All’interno della storia dell’arte, all’origine di molti capolavori vi è l’amore, sentimento centrale in questo panorama, interpretato, in tutte le sue sfaccettature tematiche, in maniera diversa nel corso delle epoche. Dal trionfo dell’amore fisico con l’aureo Bacio di Klimt (1907), all’amore tenero e genuino, espresso attraverso semplici gesti quotidiani di una coppia di coniugi con…

Il Caravaggio perduto

Un evento che ha scosso il mondo dell’arte e che ha diviso molti critici è stato il ritrovamento di un’opera di Caravaggio che stava andando all’asta con una base di 1500 euro. Partiamo dall’inizio di questo avvenimento. Il lotto 229 dell’asta n.409 della Casa Ansorena doveva essere battuto oggi alle ore 18,00 ma non è…

La rivoluzione: nuovi modi di vivere e acquistare l’arte

Nel 1936 Walter Benjamin scrive “L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica”. Nel saggio il pensatore tedesco sostiene che l’opera d’arte è sempre stata riproducibile, basti pensare alle botteghe in cui gli allievi si esercitavano sui capolavori dei maestri. Da questi procedimenti artigianali, passando attraverso la xilografia, attraverso l’innovazione gutenberghiana, Benjamin arriva alla modernità e…

La pittura esistenziale di Francis Bacon

In un tempo in cui gli artisti assumono sempre più il ruolo di manager e professano una business-art, Francis Bacon, tra i grandi del secondo Novecento, incarna l’immagine dell’ “artista maledetto“: la sua vita, irrequieta e segnata dalla malattia, si riflette sulla sua attività artistica.  Francis Bacon nasce a Dublino il 28 ottobre 1909 da…

Il sistema dell’arte contemporanea: dalla poetica alla mercificazione dell’opera

Il triestino Leo Castelli, per la strategica rete di rapporti che crea nella New York del secondo dopoguerra, può essere considerato “l’inventore del sistema dell’arte”. Ma quando usiamo questa  espressione, oramai entrata nell’uso corrente del nostro linguaggio, a cosa ci riferiamo?   Innanzitutto, una premessa necessaria è distinguere l’arte nella sua concezione poetica, come una delle…

Il ruolo del mercante nell’arte, il metodo Leo Castelli

La figura del mercante d’arte ha origini remote e si è evoluta nel tempo. Originariamente l’artista era a servizio di un committente, ma la svolta avviene quando comincia a produrre opere d’arte senza una richiesta allo scopo di soddisfare il proprio estro creativo. Da questo momento nasce la figura “ponte” del mercante tra i compratori…

Pop Art: vita e arte come decontestualizzazione

Il panorama artistico dei primi anni Cinquanta è ricco di sfaccettature. Gli anni Sessanta sono caratterizzati dal fermento della Pop Art nella quale convergono le sperimentazioni analoghe dell’Informale in Europa e dell’Espressionismo Astratto negli Stati Uniti che si legano per affinità al movimento New Dada. Duchamp, negli anni Venti prelevava oggetti di uso quotidiano restituendoli…