Yemen: gli Houthi intensificano gli attacchi

Da oppressi ad oppressori, si potrebbe dire. I ribelli Houthi, hanno intensificato negli ultimi tre mesi gli attacchi contro le forze governative – sostenute da una coalizione composta da sauditi ed emiratini – spingendosi ad attaccare, in diverse occasioni, lo stesso territorio arabo. Obiettivo dei ribelli, oltre al governatorato di Ma’rib rimasto in mano ai…

Joe Biden fa sul serio: basta impunità per i Sauditi

Cambio di rotta aveva promesso e cambio di rotta ci sarà. Chissà fino a che punto, è lecito ora domandarsi. Joe Biden vuole imprimere una sterzata nei rapporti con l’Arabia Saudita, colpevole di ripetute violazioni dei diritti umani nella guerra in Yemen e responsabile del barbaro omicidio di Jamal Khashoggi. Il regista di questi crimini…

Biden: la guerra in Yemen deve finire

Mentre Matteo Renzi definiva “un nuovo Rinascimento” il rinnovato percorso politico dell’Arabia Saudita, Joe Biden prendeva posizioni dure nei confronti di Riyadh per quanto accade nello Yemen. Come prima mossa, l’immediato congelamento della vendita di armamenti ai sauditi; colpevoli di utilizzare le armi statunitensi per compiere crimini di guerra contro la popolazione yemenita. In una…

Al via la distensione tra Qatar e monarchie del Golfo

Si appianano le divergenze tra il Qatar ed una coalizione di stati mediorientali, composta da Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrein. Le tensioni erano scoppiate nel 2017, quando il gruppo di Paesi – nel pieno della guerra in Siria – aveva giudicato il Qatar colpevole di appoggiare, economicamente e militarmente, alcuni movimenti definiti…

Yemen: segnali positivi dal conflitto

Timidi segnali che qualcosa, nello splendido Yemen, stia cambiando, lo si nota da un indicatore fondamentale: le vittime civili nei mesi di ottobre e novembre si contano sulle dita di una mano. Appena quattro, secondo “Yemen Data Project”. Non accadeva da chissà quanto. Forse dal 2015, se non addirittura dal 2014. Anno in cui è…

L’Arabia Saudita si congratula con Biden, ma in ritardo

Nel mondo della diplomazia bisogna saper cogliere le sfumature ed il significato che gesti e parole, all’apparenza privi di particolare importanza, invece ricoprono. Così come nel gergo diplomatico una “discussione franca” può voler dire una totale disparità di vedute su di un determinato argomento, ritardare di oltre un giorno il messaggio di congratulazioni al neo…